13 Aprile 2024

Kumasi

Stato: in corso
Struttura: HopeXchange Kumasi Hospital
Referente Locale: Mr. Mario Cappello
Presidente di Hopexchange Inc. – admin@hxcmc.org
Prof. Riccardo Masetti
Responsabile dell’area medica – admin@hxcmc.org
Sig. Dominic Osei-Kofi
Manager Hopexchange Medical center – dominic@hxcmc.org
Responsabili Progetto: Francesco Martelli – dottormartelli@gmail.com
Piero Barboni

 

All’HopeXchange Medical Center di Kumasi si arriva percorrendo quattro chilometri di una lunga e polverosa strada immersa nella fitta boscaglia. Inaugurato nel novembre 2018, l’ospedale nasce da un impegno internazionale di collaborazione umanitaria per migliorare il sistema sanitario nell’Africa sub-sahariana attraverso lo sviluppo di un modello innovativo, ripetibile e adattabile alle esigenze del Paese.

È inserito nel contesto del Christian Health Association of Ghana (CHAG). Partenariati strategici con importanti organizzazioni (tra le quali, Yale University e Washington University in USA; Università di Innsbruck Centro Medico in Austria e Università Cattolica di Roma) hanno permesso di creare una struttura moderna e all’avanguardia, dotata di competenze di prim’ordine, un’ottima strumentazione e con un’eccellente organizzazione interna.

Nell’ospedale appena inaugurato furono subito attivati i servizi di oncologia femminile (tumore al seno e all’apparato riproduttivo), pediatria e infettivologia (in particolare per il trattamento della malaria). Fu il responsabile medico, il prof. Riccardo Masetti, Direttore del Centro di Senologia del Policlinico Gemelli di Roma e Presidente dell’ONG Susan G. Komen Italia, a sollecitare l’avvio del “progetto AMOA” in Ghana.

La volontà del prof. Masetti di avviare un servizio di oculistica, per il quale erano già stati acquistati gli strumenti per l’attività medica e chirurgica, si scontrava infatti con la mancanza di professionalità che si occupassero dell’organizzazione, della gestione e della formazione chirurgica del personale.

La prima missione esplorativa di AMOA partì nel febbraio 2019. L’incontro con il prof. Masetti e con Dominic Osei Kofi, il direttore amministrativo, consentì di definire le basi della collaborazione e del sostegno di AMOA. Durante quella missione vennero eseguiti i primi interventi di cataratta (incluso il primo intervento da parte di un operatore ghanese) e si decise di “investire” sulla dottoressa Mildred Aleser, oculista locale, affinché imparasse la tecnica della facoemulisficazione per l’intervento di cataratta. La formazione della dottoressa Aleser è proseguita nel corso delle due successive missioni.

Nel febbraio 2020 è stato allestito un laboratorio di ottica, completo di tutte le apparecchiature, donato da AMOA.

È stata inoltre effettuata la prima seduta chirurgica con la tecnica di facoemulsificazione presso il St. Patrick Hospital di Offinso. Il team di AMOA, durante la sua prima missione in Ghana, aveva conosciuto l’oculista ghanese Felix Ahorsu, responsabile dell’oculistica presso St. Patrick Hospital di Offinso. In quell’occasione, Felix aveva partecipato ad un training chirurgico organizzato da AMOA presso l’HopeXchange Medical Center. Felix è un chirurgo molto esperto, ma per mancanza delle attrezzature e dell’adeguata formazione non operava la cataratta con la moderna tecnica chirurgica ad ultrasuoni, senza suture e con recupero visivo migliore e più rapido. Durante quella prima missione a Offinso, usando un’apparecchiatura portatile appositamente trasportata dall’Italia, AMOA ha portato a termine sei interventi perfettamente riusciti, tra cui il primo intervento di facoemulsificazione eseguito dal dott Felix Ahorsu nella sua carriera.

Risultati

Attualmente il personale addetto al reparto di oculistica presso l’HopeXchange Medical Center di Kumasi è costituito dalla dottoressa Mildred Aleser, medico oculista; da Sena Glah, ophthalmic nurse; Priscilla Abena Amakye, optometrista; Obed Owusu Boateng, infermiere ausiliario. L’attività ambulatoriale oculistica è portata avanti regolarmente dal personale locale, ma l’attività chirurgica per il momento viene eseguita solo durante le missioni AMOA.

Nell’ospedale sono presenti una sala operatoria oculistica con faco-vitrectomo, microscopio operatorio, sterilizzatrice e un ambulatorio oculistico dotato di lampada a fessura, autorefrattometro-cheratometro, OCT, topografo corneale, fundus camera, campo visivo, argon laser, yag laser, biometro, frontifocometro. Durante le 2 missioni del 2019 sono stati praticati circa 90 interventi di cataratta.

Durante le 4 missioni dal 2019 al 2023 sono stati praticati circa 200 interventi di cataratta.

Gli obiettivi futuri

Uno degli obiettivi principali di AMOA è completare la formazione della dottoressa Mildred Aleser, per renderla completamente autonoma nella chirurgia della cataratta SICS (tecnica tradizionale) ed introdurla alla tecnica della facoemulsificazione, in modo tale che l’attività chirurgica possa essere portata avanti autonomamente anche senza la presenza dei medici AMOA. Si intende proseguire l’attività chirurgica presso l’HopeXchange Medical Center per raggiungere, insieme allo staff locale, un numero di interventi pari ad almeno 250 all’anno.

Si andrà a formare un addetto per il laboratorio di ottica e c’è la volontà di organizzare meeting formativi durante le missioni a cui invitare medici ed infermieri del circondario. AMOA vuole poi estendere in modo regolare l’attività chirurgica presso il S. Patrick Hospital di Offinso, programmando la donazione di un apparecchio faco-emulsificatore e proseguendo l’insegnamento della facoemulsificazione all’oculista locale, il dottor Felix Ahorsu. In futuro AMOA si propone di esportare questo progetto e di estendere la formazione chirurgica e medica agli altri ospedali del National Catholic Health Service (NCHS).

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi