2 Marzo 2024

Camerun

CAMEROUN

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Dschang: 5.446990, 10.053300
GRABEM Vision, Garoua, reg. del Nord- Cameroun: 48.290534, 16.405334

 

Il nome Camerun si fa risalire al XV secolo, quando gli esploratori portoghesi raggiunsero la costa e denominarono il delta del Wouri “Rio dos Camarãos” (fiume dei gamberi).

Affacciato sul Golfo di Guinea, nell’Oceano Atlantico, il Camerun si allunga per quasi mille chilometri verso nord fino al lago Ciad e all’Equatore.

Il progetto AMOA nasce nel 2004, quando l’associazione venne contattata dall’infermiera Maria Negretto, in Camerun già da molti anni per lavorare in campo sanitario a Bafoussam e con l’ospedale Saint Vincent de Paul di Dschang, struttura sostenuta dalla comunità di S. Egidio di Roma.

Maria Negretto è una missionaria laica che ha preso i voti ed è zia dell’oculista Maria Chiara Venturi di Argenta, in Emilia-Romagna. Fu proprio Venturi a contattare l’allora presidente di AMOA, Gian Luca Laffi, e così si organizzò la prima missione esplorativa, nel dicembre del 2004.

Dschang è la capitale del dipartimento di Menoua, immersa nella foresta tropicale nel cuore del Camerun. La città si trova a 215 km da Douala, percorribili in circa 5 ore d’auto attraverso strade quasi completamente asfaltate. Sorge su un altipiano a 1400 metri di altezza, ha circa 80.000 abitanti, un ospedale pubblico e tre privati, gestiti da suore, tra cui l’Ospedale Saint Vincent de Paul (HSVP). HSVP è l’unica struttura a erogare prestazioni oculistiche nell’area (l’ospedale più vicino con un reparto oculistico è a Bafoussam, a due ore di auto).

La struttura che ospita l’HSVP fu fondata nel 1930 dalle suore dell’Unione Santa, che prima aprirono un orfanotrofio e una scuola materna, quindi un piccolo dispensario che col tempo diventò un vero e proprio ospedale. L’edificio dell’HSVP è marrone, dal colore della terra che lo ospita, sorge su una collinetta al limite della foresta ed è raggiungibile tramite una sconnessa strada sterrata che i pazienti devono percorrere a piedi o in mototaxi.

Il centro oculistico di HSVP è stato creato nel 1997 dal professor Luc Hideo Masuda, oftalmologo giapponese, che in quattro anni di permanenza stabile a Dschang realizzò un polo oculistico d’eccellenza.

Il prof. Masuda, a causa di una malattia agli occhi e al tremore da Parkinson, decise di smettere di operare e tornò in Giappone, lasciando l’ambulatorio in mano ad un medico generico e due infermieri. Da qui la necessità di dare continuità al servizio e di cercare al più presto un oculista locale che potesse dirigere il polo.

Nel 2004 AMOA raccolse così la richiesta e mise a disposizione le proprie competenze per mantenere efficiente la struttura, individuare un chirurgo oftalmico e formare il personale locale. Da allora, oltre ad una serie di attività e di missioni, è stato intenso il supporto alla formazione: prima ad Emmanuel Graba, oggi “cataract surgeon” capace; quindi a Magelan Djeufack, formato come ottico; infine a Leonce Tsemo che, a fine 2023, stava anch’esso per concludere il corso da “cataract surgeon”. Nel contempo è stata donata molta attrezzatura, soprattutto per la diagnosi e la cura del glaucoma, malattia drammaticamente frequente nell’Africa subsahariana. Più di recente è stato messo a disposizione un moderno microscopio operatorio, strumento indispensabile per una efficace chirurgia.

Dal 2021 AMOA ha esteso il sostegno anche a Garoua, nella remota e poverissima regione del Nord.Emmanuel Graba, TSO formato con il sostegno di AMOA alla chirurgia oculistica, dopo tanti anni di lavoro a Dschang é ritornato nella sua terra di origine.

Con la donazione da parte di AMOA della strumentazione dell’ambulatorio e della sala operatoria, Emmanuel oggi presta la sua opera in quella travagliata area. Dal 2022 è iniziato un sostegno permanente per la cura dei poveri, tristemente numerosi in quelle terre.

 

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi