2 Marzo 2024

“La favola degli occhiali”: una splendida giornata dedicata alla vista
e ai più piccoli

La favola ha avuto il suo lieto fine. Come sempre, da quando viene proposta e “raccontata”: eravamo nel 2016, e da allora gli esami gratuiti della vista sono stati circa 2.200, oltre 420 gli occhiali consegnati.

Anche il successo di questa edizione 2023 la raccontano i numeri: 81 le visite nella giornata. 39 minori, di cui 21 ragazze e 18 ragazzi. Di questi, 5 sono stati inviati dall’oculista per difetti visivi che non sapevano di avere. 42 gli adulti che si sono sottoposti a screening visivo: 26 donne e 16 uomini. Undici sono stati invitati a recarsi dall’oculista per problemi di vario genere.

“La favola degli occhiali” a Bologna il 14 ottobre scorso, negli accoglienti luoghi della Cineteca, ha dunque illuminato la giornata. Tanti i protagonisti dell’evento promosso da Ottica Garagnani e dal Dipartimento Welfare – Settore Salute del Comune nell’ambito del progetto Oms “Le città sane dei bambini e delle bambine”, per sensibilizzare la cittadinanza sui disturbi visivi dell’infanzia in occasione del mese mondiale della vista. Fondamentale, come sempre la collaborazione di AMOA e il supporto tecnico di Essilor.

In prima fila i medici oculisti, gli ortottisti e i volontari della nostra Associazione, i referenti del settore benessere “Città sane dei bambini” del Comune di Bologna, le diverse associazioni che hanno intrattenuto i più piccoli con giochi e spettacoli (Amrer Kizè Teatro, Dry Art, Vitruvio, Cà Rossa, Associazione Retinite Pigmentosa, Unicef, Fanep, Associazione d’Idee). Grandissimo successo per la proiezione, gratuita, del film “Mr.Pearbody e Sherman”, con un cane e un bambino, entrambi occhialuti, come primattori.

Andrea Garagnani: “Il successo della giornata – addirittura, nel pomeriggio, nei momenti di maggior afflusso, si sono formate lunghe code per le nostre visite – conferma l’importanza e il valore della prevenzione, soprattutto per quanto riguarda i bambini. Un difetto visivo non rilevato tempestivamente e precocemente può causare seri problemi, tra i più comuni l’ambliopia (conosciuta come occhio pigro)”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi