13 Aprile 2024

Quei bambini “adottati”
della scuola di Wassara
e l’impegno di AMOA

Focus di inizio 2024 sul progetto “Bimbo a scuola”, certamente uno dei più significativi tra quelli che l’Associazione sta portando avanti e sul quale chiediamo attenzione e sostegno.

Il progetto “Bimbo a scuola” nasce a dicembre 2022 durante una missione AMOA in Etiopia del sud, a Wassara, quando le dottoresse Virna Casamenti e Nicoletta Rivela, attualmente referenti del progetto, hanno pensato di offrire ai poverissimi bambini del villaggio la possibilità di essere inclusi a scuola fornendo loro l’iscrizione, il materiale scolastico, i pasti, l’abbigliamento e gli screening oculistici con la fornitura di eventuali occhiali correttivi.

La povertà in Etiopia è cosi marcata che infatti spesso le famiglie non mandano i bambini a scuola perché devono aiutare i famigliari nel lavoro nei campi o con il bestiame e anche solo la possibilità di ricevere un pasto a scuola, seppur modesto, può rappresentare una spinta importante per l’ingresso a scuola o anche solo per togliere i bambini dalla strada.

Per sostenere il progetto e i bambini della scuola, che attualmente conta quasi 400 frequentanti in età compresa tra i 4 e i 9 anni, è molto semplice: sono sufficienti 50 euro all’anno. La quota viene utilizzata per coprire le spese necessarie per un bambino.

La catena della solidarietà è già molto attiva e vede in prima fila un paese in provincia di Catania, Palagonia, con capofila il vicesindaco Francesco Favata. Il sostegno è partito con l’assegnazione dei bambini più poveri, ed attualmente sono oltre 100 i bambini che hanno trovato un sostegno.

Sono stati ottenuti anche finanziamenti più importanti che serviranno alla realizzazione di migliorie della scuola che necessita di rubinetti, aule ed insegnanti ulteriori.

SCARICA IL PDF DEL PROGETTO BIMBO A SCUOLA

La missione 2023

“A fine 2023 durante una successiva missione AMOA a Wassara – raccontano Casamenti e Rivela – è stata completata la prima parte del progetto. In particolare, durante la mattinata (nel pomeriggio la scuola rimane chiusa) è stato eseguito lo screening oculistico di tutti bambini della scuola (con autorefrattometro portatile pediatrico, prova del visus ed eventuale esame ortottico), che sono poi stati fotografati ed associati (per chi già aveva avuto la partecipazione di un sostenitore) alla persona ‘adottante’”.

“In questo modo è stato possibile elaborare un database con tutti i dati dei bambini e i relativi sostenitori. Abbiamo anche acquisito informazioni dettagliate sulle reali spese e necessità della scuola, che sono apparse ancor più drammatiche in considerazione della povertà in cui versa attualmente l’Etiopia rispetto al 2022, e alla grande conseguente difficoltà di poter fornire ai bambini del cibo diverso rispetto ad un piccolo pezzo di pane. Durante le mattinate negli ambulatori dell’ospedale sono state effettuate visite oculistiche più approfondite ai bambini che non riuscivano a leggere bene e sono stati forniti occhiali utilizzando il laboratorio di ottica di AMOA per montare le lenti correttive e le montature pediatriche che abbiamo portato dall’Italia. A tutti i bambini della scuola sono stati distribuiti occhiali da sole protettivi (il sole e la polvere spesso sono causa di problemi visivi e allergie), abbigliamento e materiale scolastico”.

“A tutti i bambini che hanno già ricevuto un sostegno – proseguono Casamenti e Rivela – è stata consegnata una tesserina con la foto della persona donatrice o del gruppo donatore; ci sono delle classi intere di bambini che hanno preso un ‘fratellino a distanza’. Tutti i bambini ci hanno regalato un disegno con scene della loro vita familiare da portare a casa, e presto sarà fatta una mostra con tutto il materiale”.

 

 

Per sostenere il progetto 

Si può contribuire effettuando un bonifico bancario intestato ad AMOA ETS, al seguente IBAN: IT58H0707202402000000095178 inserendo come causale “Progetto Bimbo a Scuola”.

Si chiede quindi la disponibilità di inviare una mail a: progetto.bimbo@hotmail.com con copia del bonifico indicando nome, cognome, indirizzo di residenza, numero di telefono ed email della persona che desidera sostenere il progetto. Ai donatori saranno inviate tutte le informazioni utili e gli aggiornamenti sulle attività di sostegno del bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi