“In villaggi, asili, orfanotrofi di M’Bour per screening e donare occhiali”

“Una missione particolare, la quarta per me a M’Bour, in Senegal, anche perché oltre ad effettuare screening, donare occhiali, sistemare il laboratorio, visitare villaggi, asili e orfanatrofi, intrecciare rapporti con altre associazioni, abbiamo documentato l’attività di AMOA grazie alla collaborazione di professionisti”.

Così Daniela Smania, ottica, soddisfatta, racconta il suo recente viaggio (7-16 marzo) a Mbour assieme al collega Gian Luca Giulietti e a Sabrina Giannini e Gisella Bianchi, giornaliste RAI, che appunto hanno filmato le giornate lavorative di AMOA al centro di oftalmologia di Santé e nei villaggi limitrofi.

“Un’emozione unica l’8 marzo – sottolinea Daniela – quando in occasione della Giornata della donna abbiamo collaborato alle attività di prevenzione della vista organizzate dal Comune di M’bour, effettuato visite e controlli, donato occhiali da vista e da sole, oltre alle nostre magliette. Nel corso della missione abbiamo quindi ripristinato tutta la strumentazione del laboratorio di ottica, proseguito nella formazione del personale locale e attivato proficui contatti sia con le associazioni impegnate coi bambini ospiti dell’orfanatrofio che con le famiglie che operano per l’accoglienza. Credo si possa senz’altro affermare che il progetto Senegal, uno dei primi e più qualificanti per noi di AMOA, procede nella direzione giusta”.

.